Chiama

Maps

Whatsapp

Un sito web professionale è facilmente individuabile in realtà: tutti gli aspetti sono considerati in fase di progettazione e curati sin nei minimi dettagli. Nulla viene tralasciato, che sia visibile all’utente o non.

 7 consigli utili per scoprire se il tuo sito web è fatto in modo professionale o se ti stai affidando alla web agency sbagliata.

Ci sono alcune regole ben precise e molti ambiti di competenze, e conoscenze, che interagiscono tra di loro: andiamo a vedere alcune di queste principali regole.

Ti diamo 7 buoni elementi con cui poter verificare se il tuo sito è fatto in modo professionale, o se ti sei rivolto ai professionisti sbagliati.

Sito professionale? Check list

1) Obiettivi chiari

Sembra banale, ma qua cadono in molti, e si fa la differenza.

Avere le idee chiare per creare un progetto web è il primo passo prima di creare un sito.

Nel web e nel mondo del marketing digitale non è sufficiente iniziare, per poi vedere dove andare… Questo può essere l’inizio del fallimento. Bisogna sapere già dove andare e cosa si vuole, e soprattutto perché vogliamo aprire un sito web e perché vogliamo un sito web “Professionale”.

Darsi delle scadenze e degli step da compiere, dove si possono creare anche obiettivi a medio e a breve termine, più quelli a lungo termine, è molto importante: dà forma e sostanza al tuo progetto. Per chiunque voglia affacciarsi sul web questo è un passo imprescindibile. Bisogna quindi definire i propri obiettivi dall’inizio e avere ben chiaro in mente perché ci si vuole avventurare nella creazione di un sito web professionale, aziendale o di attività locale che sia. Tutto deve essere finalizzato e creato per lo scopo prefissato, e nulla deve essere lasciato al caso. Chiunque ti consigli di iniziare prima di tutto con il creare un sito ti sta dando sicuramente un suggerimento sbagliato.

2) Target e Competitors

Se hai ben chiari i tuoi obiettivi puoi capire come raggiungerli e a chi rivolgerti per farlo. Nel web marketing bisogna conoscere anche con chi ti confronti… perché? Perché saranno la tua risorsa più importante e la tua concorrenza più spietata. Il web è vasto, enorme, e chi si affaccia in questo mondo non lo fa sempre per scopi didattici e senza interessi. Bisogna studiare la propria nicchia di mercato e conoscere gli utenti a cui ti rivolgi, le loro scelte, le loro preferenze, i loro gusti… e avere una profonda conoscenza dei tuoi competitors on-line.

C’è sicuramente ancora chi naviga nel mare digitale senza meta, e senza una “barca” e buoni “marinai” con cui navigare, ma se si vuole ottenere conversioni è senz’altro da evitare.

3) La tua immagine sul Web è importante

Avere una ‘Brand Identity’

Secondo le regole di comunicazione aziendale e di design la tua “immagine” comunica.

Avere la veste grafica di un sito sciatta e poco curata, non al passo con i tempi, può dare un segnale molto negativo. Ogni cosa comunica agli utenti, e ad oggi quest’ultimi sono diventati molto più attenti e critici: possono capire ad occhio se la tua professionalità si esprime anche in questo modo.

Una Brand Identity solida, in linea con il tuo argomento di interesse, costituisce un messaggio ben chiaro e una relazione precisa di conoscenza e padronanza del settore. Costruisce una identità ben definita agli occhi degli utenti, che emotivamente sanno di potersi fidare, perché il messaggio veicolato inconsciamente è coerente con le attività svolte dal tuo brand, e di conseguenza anche dal tuo sito on-line.

Avere un naming scelto con cura, un logo ben disegnato, colori abbinati alla psicologia e al messaggio che si vuol far passare di sé, testi relazionali ben studiati secondo uno stile unico e personale, formano un altro punto importantissimo per sapere se il tuo sito è professionale o se hai fatto un investimento sbagliato, soprattutto se si parla di attività che svolgono servizi web e di comunicazione!

4) La giusta scelta del Web Design del tuo sito

Le regole del Web Design sono un altro argomento su cui non si può improvvisare.

Tutto quello che devi avere è un sito che sia coerente e funzionale con la tua immagine e i prodotti o i servizi da te offerti, e che rispecchi allo stesso tempo la tua Brand Identity già sviluppata.

Ci sono regole molto complesse da conoscere: materie come l’usabilità, l’interfaccia utente e la user experience. Sono quasi “scienze” che si adattano sui tuoi consumatori. Il miglior investimento è creare il web design del tuo sito a regola e consumo del tuo utente: quindi conoscere l’utilizzo che ne può fare e che tu voglia che compia. Un’interfaccia chiara che abbia sezioni logiche ben strutturate, che non “spaventi” il tuo visitatore, né lo disorienti con troppe informazioni, o spazientisca con sezioni non strutturate e difficili da trovare, ma che invece lo “accompagni” facilmente nella sua navigazione.

5) Sito ottimizzato e responsive.

SEO on-site: sicuro, veloce e perfettamente funzionante

Un sito non funzionante a dovere e non sicuro è come un luogo non sicuro o un negozio disorganizzato in cui è meglio non ritornarci…

Ci sono molti fattori che determinano le ottimizzazioni di un sito web, anche qui non ci si improvvisa, ci vogliono programmatori e gente che mastica “pane e codice”. Un sito non ottimizzato e poco sicuro è anche preda facile di hacker che vogliono “bucare” il tuo spazio online, tutto questo ovviamente si ripercuote sull’utente, che visitandoti potrebbe incorrere in brutte sorprese o avere la cartella della posta zeppa di phishing, se compila ad esempio un modulo di contatto.

Stessa cosa se trova un sito troppo lento nel caricamento delle pagine: si stancherà subito, e passerà altrove.

Nello stesso modo se navigando da smartphone o tablet troverà un sito non responsive, oppure se cerca di contattarti e magari il tuo form di contatto non funziona… non è una buona impressione a dirla tutta, meglio non fidarsi.

6) SEO e posizionamento sui motori di ricerca.

Popolarità sul web e blog di qualità

Come è importante avere un sito che funzioni è importante nello stesso modo sapersi muovere “dentro” il Web…

In che senso? Avere un ottimo sito con le ultime tecnologie, un’ottima veste grafica e anche dei testi all’interno ben studiati, serve a poco se poi non ti trovano.

Bisogna avere un posizionamento sui motori di ricerca e avere un’ottimizzazione per le SERP: se sei sulla centesima pagina di Google non ti troveranno mai. Tutto questo si può fare solo tramite un’attenta analisi SEO del proprio sito web e dei propri competitors, e grazie a degli esperti del settore. Inoltre è bene avere blog aziendali in cui si pubblicano articoli di qualità, secondo le regole del copywriting, in cui pubblicare articoli che dimostrino la tua conoscenza della materia e inviti l’utente a commentare o ad interagire con l’articolo.

Tutto questo genera risultati organici e traffico sul tuo sito, facendoti conoscere e aumentando la tua popolarità online.

7) Social Media, e la comunicazione con i clienti

Per ultimo, un altro aspetto non strettamente correlato al tuo sito on-line, ma comunque importante:
è bene avere una cospicua presenza sui Social.

Condividere le tue competenze e i tuoi articoli, le ultime news, informazioni della tua attività dettagliate, recapiti, possibilità di contattarti, e ovviamente l’indirizzo che rimanda al tuo sito internet.
Comunicare quindi con il tuo pubblico e i tuoi clienti, cercando la loro interazione e rispondendo ad ogni problematica che si possa presentare, o anche ad ogni semplice domanda.
Costruire, inoltre, ad esempio campagne marketing ad hoc, o creare post specifici per un dato obiettivo: anche qui ti possono venire incontro molti professionisti.

Se il tuo obiettivo è realizzare un sito web professionale che generi traffico e conversioni, e che migliori la tua attività locale, oppure crearne una esclusivamente su internet, ci sono determinati standard da tenere sempre ben presenti. Evitare soluzioni “fai da te” o investimenti sbagliati: con conseguente ritorno negativo sia della tua immagine che della tua credibilità, ma affidarsi invece ad una Web Agency che sappia concretizzare tutto questo e che ti faccia evitare di perdere tempo e soldi importanti, con un conseguente aumento del tuo ROI.

Commenta questo Articolo